Pool di prodizione semi oleaginosi

Pool dei semi oleosi

L’obiettivo del Pool di produzione è il mantenimento della produzione e della messa in valore dei semi oleosi, più nello specifico con priorità per Speisezwecken. Il Pool di produzione versa dei contributi di sostegno per le culture economicamente meno interessanti (Soja, Girasoli), grazie ai quali queste culture possono essere un’alternativa interessante alla colza, in modo tale da mantenere la varietà nella produzione di semi oleosi. Attraverso la variazione dell’offerta  si possono ottimizzare le porzioni di mercato e ottenere miglior prezzi possibili.

Come si raggiuge un equilibrio?

In seguito al 2009 il Pool di produzione viene finanziato dagli stessi attori del mercato (produttori e aziende per la messa in valore della materia prima)

Nel novembre 2007, l’assemblea dei delegati della FSPC, a nome del comitato, ha approvato l’introduzione del Pool di produzione dei semi oleosi. La decisione che si è vista necessaria, ha trattato il supplemento di 1.- al contributo del produttore su tutti i semi oleosi. Le industrie produttrici di oli partecipano  naturalmente  anch’esse, con un terzo del finanziamento del Pool. In questo modo partecipano tutti i produttori di semi oleosi nella stessa maniera, ma approfittano in differenti proporzioni dei contributi di sostegno (vedi Grafico). Essi sono fissati annualmente, in autunno, dal comitato della FSPC, in funzione degli sviluppi di mercato. I contributi di sostegno sono versati ai produttori attraverso le industrie trasformatrici tramite bonifico, così come i contributi del Pool sono dedotti dalle aziende trasformatrici.

Iscrizione per trasformatori di semi oleosi

Al pool di produzione possono partecipare trasformatori svizzeri di semi oleosi come ad esempio, mulini produttori d’olio, produttori di mangimi. L’iscrizione deve essere eseguita al più tardi alla fine di aprile dell’anno precedente.

La partecipazione al pool di produzione dei semi oleosi per i trasformatori è possibile solamente via contratto. Per questo motivo è necessaria un’iscrizione alla FSPC da parte del trasformatore interessato, al più tardi fino il 29 aprile 2018 (per il raccolto del 2019). In essa devono essere indicati i volumi di lavorazione attesi per il raccolto del 2019. I trasformatori, che hanno già un contratto per il raccolto 2018, ricevono il formulario d’iscrizione direttamente dalla FSCP.